Ci sono molti misteri e molte opinioni diverse riguardo al rapporto tra Gesù e Maria Maddalena, per la maggioranza delle persone la figura di Maria Maddalena è associata alla peccatrice descritta nei vangeli, allineandosi così alla versione cristiana di un Gesù senza moglie perché insegnante di un nuovo ebraismo, un Gesù Esseno dedito al celibato che interpreta la legge Ebraica secondo una sua personale lettura.

Un’altra parte dell’umanità invece sostiene la versione di un grande Maestro che nasce e vive da ebreo e come tale ha l’obbligo di essere circonciso, avere un lavoro e prendere moglie. Quindi un Gesù Rabbì, Maestro della Legge con il dovere secondo la legge religiosa del tempo di essere sposato, se avesse violato la legge divenendo Rabbì da celibe, avrebbe avuto un’accusa in più al suo processo, invece sono stati ricercati altri tipi di violazione alla legge per mandarlo in croce.

Oggi ci rimangono affreschi, quadri, immagini di pittori o testi di studiosi e filosofi che hanno cercato di tramandare nelle loro opere un messaggio segreto che per molto tempo è stato occultato, qualcosa che non poteva essere diffuso senza dissensi e persecuzioni.

La missione di questi due Messia (tale era anche Maria Maddalena) era quella di incarnare il Dio e la Dea, per rappresentare i due aspetti del rebis alchemico, un unione di cuore e di anima dove il femminile sacro si unisce al maschile sacro fondendosi in un’unica realtà.

Grazie ai vangeli ritrovati a Nag Hammadi in Egitto nel 1945 oggi conosciamo molte cose su Gesù e Maddalena tramandate dalla corrente di pensiero dello Gnosticismo delle prime comunità cristiane, infatti con la parola “moglie” gli gnostici identificavano la Sophia, la compagna eterna del Cristo in quanto energia che incarna la Saggezza Divina.

11398174d3d

Il Vangelo di Filippo è molto esplicito in tal senso, che Maria Maddalena incarnasse la Pistis Sophia ovvero la Saggezza più alta, traspare in modo chiaro dai Vangeli gnostici ed è confermato anche dai documenti di Nag Hammadi, dunque Maddalena possedeva per gli gnostici uno Status e un ruolo messianico al pari del Maestro Gesù.

Nel 2011 ci fu anche l’annuncio della scoperta di un papiro gnostico da parte della Prof. Karen King, il cui testo fa riferimento ad un discorso di Gesù nel quale in Messia parla in modo esplicito di Maria Maddalena usando la parola “mia moglie”.

Questa scoperta ha scatenato un clamore mondiale, subito si sono formate varie correnti di pensiero a favore o contro l’autenticità di questa scoperta, ma ciò che si sta verificando in realtà è che da più di 30 anni ormai Maria Maddalena fa parlare di sé preparando così i tempi in cui la coscienza collettiva dell’umanità alzando la propria frequenza a verità da tempo nascoste, possa essere pronta ad accogliere il risveglio dell’energia femminile Cristica che con grande forza sta permeando il nostro Pianeta da dicembre del 2012 dando inizio a una nuova Era.

Gesù e Maria Maddalena insieme ci hanno insegnato la strada per tornare a casa nella nostra dimora divina, per ritrovare la nostra vera essenza, ovvero l’androginia cioè l’unione perfetta del maschile e del femminile, senza i conflitti e le prevaricazioni che tra uomo e donna si creano nella nostra dimensione di coscienza.

Questi Maestri ci hanno insegnato che si arriva a conquistare pienamente la Conoscenza Universale solo comprendendo tutte le sfumature dell’Amore Incondizionato di Dio… il Maestro Gesù è stato un Maestro che ha portato una grande energia di Amore Universale nella sua vita e con il suo esempio, ci ha mostrato come arrivare al Padre attraverso la Madre, come arrivare alla Saggezza e Conoscenza della Mente di Dio (Padre Divino) attraverso la comprensione totale del Cuore di Dio (Madre Divina).

Gesù e le donne

Ci invitano tutt’oggi a percorrere la loro stessa strada per riconquistare la nostra vera Essenza Divina e diventare Maestri di Saggezza come lo sono loro.

Hanno rappresentato la via maschile di Dio e la via femminile di Dio contemporaneamente incarnati nel nostro piano terreno, è stato un evento unico che si è verificato poche volte nella nostra dimensione, quando il Dio e la Dea si incarnano insieme per rappresentare l’Uno Divino preparano tempi di grande trasformazione e cambiamento… e così è stato.

Gesù e Maria Maddalena sono Maestri Ascesi ad un livello di coscienza molto elevato, in questo tempo stanno guidando insieme nei loro corpi di luce l’Ascensione del nostro pianeta Terra ad una dimensione superiore di coscienza.

Maria Maddalena la Dea perduta del cristianesimo… nonostante gli sforzi che sono stati fatti per occultare la sua importanza accanto a Gesù, rimane immortale chi sa incidere il proprio nome nel cuore dell’Umanità.

Immagini:
Compianto sul Cristo morto di Sandro Botticelli
La Maddalena, scultura in legno parzialmente dorato di Donatello.
una delle sue ultime opere; Maria Maddalena è rappresentata dopo il digiuno nel deserto, consumata nel fisico ma anche dilaniata nell’animo.

One thought on “Maria Maddalena, e il risveglio dell’energia femminile Cristica

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.