L’Arcangelo Uriele

Uriele Arcangelo

Uriel o Uriele significa “Luce di Dio” nella lingua ebraica, è infatti uno degli arcangeli della tradizione ebraica.

Sette sono gli arcangeli accreditati dai racconti canonici della Bibbia, oltre a Michele, Raffaele e Gabriele, vengono nominati nel capitolo XXI del Libro di Enoch (II secolo a.C.), Uriele e altri tre angeli i cui nomi sono Raguel, Sariel e Remiel.

Ha il controllo sulle forze che presiedono i cambiamenti planetari ed ha un ruolo determinante e riformatore da svolgere nei confronti dell’ Umanità futura. Il Suo compito è di far germogliare, nel cuore umano sopito, le semenze della Comprensione Superiore, convertendo il libero arbitrio in Volontà perfettamente collegata alla mente e al cuore di Dio.

Per questo suo compito, l’Arcangelo Uriele è il custode del settimo Raggio Cosmico della coscienza di Dio, ovvero la Fiamma Violetta della trasmutazione dell’energia. La fiamma violetta agisce per trasformare la materia in oro, è la ricerca della pietra filosofale degli Alchimisti, che simbolicamente rappresenta l’Ascensione di coscienza individuale.

L’Arcangelo Uriele destruttura gli schemi mentali ed emotivi limitanti che non permettono agli esseri umani di superare l’identificazione con il proprio Sé umano, è il protettore degli innovatori ed ispira le idee trasformatrici che, in questo momento storico, contribuiranno alla nascita della Coscienza globale del nuovo Mondo.

L’abbinamento di Uriele con Urano nella tradizione astrologica è abbastanza recente, poiché anticamente si pensava che i pianeti fossero soltanto sette. Con l’avanzare delle scoperte astronomiche, fu necessario colmare delle lacune e alcune divinità dei tempi passati furono rivisitate nell’apertura delle nuove conoscenze e l’Arcangelo Uriele fu così associato alle energie del pianeta Urano e alla reggenza della costellazione dell’Acquario segno appunto estroverso e rivoluzionario.

E’ il protettore degli esploratori e degli innovatori, in quanto Uriele sovrintendendo la fiamma violetta della trasformazione ha il controllo sulle forze che presiedono ai cambiamenti, sia repentini che graduali, nel destino dei singoli individui e anche a livello planetario… infatti la nuova Era, anche chiamata Età dell’Acquario è contraddistinta da un rapido susseguirsi di eventi che questo potente fulgido Arcangelo ha il compito di far integrare alla razza umana presiedendo l’ordine e l’equilibrio del pianeta Terra in questo momento di transito ad un più elevato livello di coscienza.

L’Arcangelo Uriele è stato chiamato “il Signore della potente azione”, egli personifica inoltre il Fuoco che scende dalla Mente Universale, essa giunge fino al piano fisico dove il fuoco crea la fusione nel centro del Sole planetario, la fissione al centro della Terra.

I quattro arcangeli vennero aggiunti ai nomi dei tre principali per rappresentare i quattro punti cardinali, Uriele generalmente rappresentava il quarto; adempie a questo ruolo anche nel Libro Terzo del Paradiso perduto di John Milton, dove Uriele responsabile nell’orbita del Sole, ha il ruolo di occhio di Dio.

Si dice che l’Arcangelo Uriele fu l’angelo che ebbe il compito di controllare che vi fosse il sangue d’agnello sulle porte d’Egitto ai tempi della liberazione degli ebrei da parte di Mosè durante le piaghe, si dice che possegga la chiave dell’Infermo durante i Tempi della Fine, e fu colui che guidò Abramo verso la Terra promessa.

Viene identificato come l’arcangelo della salvezza e spesso è raffigurato con un libro o un rotolo di papiro in mano per sottolineare la sua grande saggezza, Uriele è considerato patrono delle Arti.

L’Arcangelo Uriele spesso si manifesta come una potente altissima colonna di luce bianca purissima, con scintillanti fiamme di colore violetto; anche se poco conosciuto questo Arcangelo ha un ruolo molto importante a fianco del Trono di Dio in quanto sovrintende la conoscenza della materia e dell’antimateria, oltre ai codici della geometria sacra nella loro struttura di forma e di suono.